Creativity

Innovation

Originality

Imagination

 

Salient

Salient is an excellent design with a fresh approach for the ever-changing Web. Integrated with Gantry 5, it is infinitely customizable, incredibly powerful, and remarkably simple.

Download
Scienze sociali in dialogo

cambon_enrique

Enrique Cambón*

L'A. utilizza il concetto di agape solo quando fa riferimento alla concezione di Nygren nella sua opera Eros e agape. Però tutto il testo, anche quando non ne usa esplicitamente il termine, è riferita ad un amore di stile agapico. In sintesi si può dire con A. Lo Presti nella prefazione all'edizione italiana, che questo testo di Sorokin costituisce uno "studio sull'amore altruistico e sulle energie sociali che scaturiscono da questa (...) forma umana di relazione creativa" (p. 5).

Per chi avesse qualche perplessità da un punto di vista sociologico, pensando magari che si tratti piuttosto di un libro di "filosofia sociale", mi sembra pertinente quello che dice nell'Introduzione un grande conoscitore di Sorokin, il prof. S.G. Post, il quale lo presenta come "una mente scientifica" (p. 16), ma allo stesso tempo "un pensatore sociale creativo ed idealista, dedito all'osservazione scientifica ma con un intelletto troppo ad ampio spettro per accontentarsi di una razionalità puramente tecnica" (p. 12).

E' significativa questa osservazione di Sorokin in una sua opera precedente, citata nella stessa Introduzione (p. 27): "Mentre molti sociologi e psicologi moderni consideravano i fenomeni d'odio, crimine, guerra e malattie mentali come oggetti legittimi di studi scientifici, in modo alquanto illogico stigmatizzavano come predicazione teologica o speculazione non scientifica qualsiasi analisi dei fenomeni d''amore, amicizia, atti eroici e genio creativo." E considera sbagliata e limitativa una tale concentrazione prevalente su tali fenomeni "negativi, patologici e subumani".

Infatti credo che almeno tre filoni suoi potrebbero essere oggetto di futuri studi sociologici:

  • Lo studio dell'amore agapico come una delle possibilità dei rapporti sociali, individuando e analizzando le sue caratteristiche ed i suoi effetti a livello personale, comunitario e sociale.
  • Una ricerca empirica, sperimentale, per verificare se una tale qualità di rapporti risulta effettivamente la più umanizzante, ricca di socialità positiva, ragionevole, intelligente, saggia, scientifica, efficiente, sana e sanante, bella, "civile".
  • Uno studio dei meccanismi sociali attraverso cui si diffonde una tale mentalità e cultura, non solo creando opinione, ma anche incidendo nelle strutture sociali a tutti i livelli.

Un limite che trovo in questa come in altre opere sociologiche dove si fa riferimento all'agape, è che viene trattato sempre (per usare solo alcune delle espressioni di Sorokin) come un atteggiamento "nobile", "generoso", "disinteressato", "creativo", "incondizionato", di amicizia e solidarietà, "universale" perché aperto a tutti gli esseri umani... però piuttosto individualistico.

Normalmente, in questi testi sociologici, si analizza l'atteggiamento della persona (o delle istituzioni, organismi sociali, ecc.) considerati in senso piuttosto "unidirezionale", osservando dove parte più che dove arriva. Si studia l'atteggiamento di donazione, di altruismo, però si avverte che non si ha come paradigma sottostante, e quindi non si arriva a mettere sufficientemente in luce e a investigare, la qualità della reciprocità, la comunione, l'unitrinitarietà, che sono costitutive dell'agape e il suo aspetto più ricco ed esplicito.

E' talmente importante questa tematica, e con tali conseguenze sociali, culturali, umane, che è necessario domandarci se uno studio a riguardo, anche attraverso la comunità scientifica collegata con Social One, non debba essere oggetto di uno studio non solo sociologico ma interdisciplinare.

* Enrique Cambón è docente di Dinamiche delle relazioni sociali presso l'Istituto Universitario Sophia (Loppiano - Firenze) e insegna nella Pontificia Facoltà Teresianum (Roma) .

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.